Cookie Consent by Free Privacy Policy website Sorriso a metà per Aprilia
ottobre 14, 2023 - Aprilia Racing

Sorriso a metà per Aprilia

VITTORIA SFUMATA PER TRE DECIMI DOPO UNA GRAN GARA

IL RISCHIO DELLA "SOFT" NON PREMIA ALEIX, COMUNQUE A PUNTI

Ci ha creduto, ci ha provato e l'ha mancata per 3 decimi, dopo una gara straordinaria. Il secondo posto di Maverick in Indonesia è riassumibile così, un podio meritato dopo aver lottato sia con Martin (poi caduto) sia con Bagnaia. E, nel finale, contenendo con autorevolezza gli attacchi di Quartararo.

Partito bene, Viñales si è accodato al battistrada Martin, guadagnando la testa della corsa durante il dodicesimo giro. Il ridotto gap creatosi ha permesso il recupero a Bagnaia, cui Maverick ha ceduto il comando nel corso del diciannovesimo giro. Quando i giochi sembravano ormai fatti, il pilota Aprilia si è rifatto sotto fino a giocarsi la vittoria (sfuggita per tre decimi) sotto la bandiera a scacchi. 

Aleix non è stato premiato dalla scelta della gomma soft al posteriore. La mescola che gli dava più fiducia non gli ha permesso di essere incisivo dopo metà gara, quando l'unico obiettivo è diventata la bandiera a scacchi senza inutili errori. I sei punti del decimo posto sono, alla luce del ritmo mostrato durante il weekend, una magra consolazione.

ALEIX
"La scelta della gomma soft al posteriore è stata sbagliata, senza dubbio. Purtroppo durante il warmup di questa mattina ho avuto sensazioni non buone con la media, e in griglia abbiamo deciso di correre il rischio. Mi aspettavo un calo ma non così presto, praticamente dopo dieci giri è diventata una gara di sopravvivenza. È un peccato perchè essere competitivi, potersi giocare il podio in questa MotoGP non è per nulla semplice e sprecare occasioni così lascia l'amaro in bocca".

MAVERICK
"Oggi ho sfruttato l'esperienza di ieri. Quando Martin ha cominciato a girare fortissimo, io sono stato paziente gestendo la gomma. Sapevo che se avessi spinto troppo all'inizio avei avuto difficoltà sul finale, non è stata una gara semplice sotto questo punto di vista. Quando mancavano pochi giri alla fine ho deciso di dare il tutto per tutto, volevo mettere pressione a Pecco e giocarmi la vittoria. Rimane comunque un buon risultato, la conferma che quando sfruttiamo bene il nostro pacchetto tecnico possiamo lottare con i migliori".