ottobre 12, 2021 - Aprilia Racing

TROFEO APRILIA RS 660: ARCANGELI VINCE LA PRIMA EDIZIONE, A VALLELUNGA SUCCESSO DI MOMESSO

ALESSANDRO ARCANGELI VINCE LA PRIMA EDIZIONE DEL TROFEO DEDICATO ALLA MEDIA SPORTIVA DI APRILIA

NELL’ULTIMA GARA A VALLELUNGA IL SUCCESSO VA A FILIPPO MOMESSO DOPO UNA FANTASTICA BATTAGLIA CON IL GIOVANISSIMO MAX TOTH

AL VIA ANCHE KALEB DE KEYREL CHE, CON LA SUA RS 660, HA DOMINATO NEL CAMPIONATO AMERICANO TWINS CUP

Si è conclusa lo scorso fine settimana all’autodromo di Vallelunga la prima emozionante edizione del Trofeo Aprilia RS 660, la nuova serie dedicata alla media sportiva di Noale, organizzata da BK Corse.

Il nuovissimo Trofeo monomarca, inserito nella prestigiosa cornice del CIV - Campionato Italiano Velocità, si è subito rivelato una proposta vincente per tanti giovani piloti, grazie a una moto così leggera ed efficace tra le curve che, pur essendo concepita per essere fruibile quotidianamente su strada, si è trasformata con poche mirate modifiche sviluppate da Aprilia Racing in una moto estremamente veloce, formativa e divertente tra i cordoli.

Con una preparazione molto simile a quella delle moto al via del Trofeo italiano, Aprilia RS 660 ha subito stupito al debutto in pista anche negli Stati Uniti, dove ha letteralmente dominato la serie Twins Cup del prestigioso campionato USA MotoAmerica, raccogliendo 10 vittorie su 13 gare. Come premio per questa importante vittoria in terra americana, Aprilia Racing ha invitato al gran finale di Vallelunga Kaleb De Keyrel, che negli States, in sella alla RS 660 del team Robem Engineering, si è laureato campione della Twins Cup firmando 5 delle 10 vittorie colte dalla RS 660.

De Keyrel, che ha corso con una speciale livrea celebrativa a stelle e strisce, ha messo in mostra un ottimo potenziale, incappando però in una caduta dopo una bellissima partenza che lo aveva subito portato dalla nona alla seconda posizione.

La trasferta italiana di De Keyrel segue quella compiuta negli States da Aprilia Racing con Tommaso Marcon, invitato a partecipare agli ultimi due appuntamenti della Twins Cup dal team Robem Engineering. Il pilota veneto, coinvolto sin dall’inizio nello sviluppo della Aprilia RS 660 Trofeo, ha colto due pole position e una vittoria in New Jersey.

Con il Trofeo già saldo nelle mani del diciannovenne riminese Alessandro Arcangeli, laureatosi campione al Mugello lo scorso 29 agosto con una gara di anticipo, nell’appuntamento conclusivo di Vallelunga è stato il ventiduenne veneto Filippo Momesso a centrare il successo, il suo primo nel Trofeo Aprilia RS 660. Momesso non ha avuto vita facile contro un’altra wild card USA al via, la giovanissima promessa Maxwell Toth. Scattato subito al comando, il quindicenne ha mantenuto la testa della corsa fino all’8° dei 12 giri in programma; raggiunto e superato da un velocissimo Momesso, ha poi ingaggiato con quest’ultimo una bellissima battaglia. Al decimo giro il sorpasso decisivo di Momesso, complice anche un lieve errore di Toth, che si è così dovuto accontentare del secondo posto. Una vittoria molto importante per Momesso, che coi 25 punti guadagnati a Vallelunga ha conquistato la seconda posizione in classifica generale, superando Benedetto Rasa e Lorenzo Sommariva.


Aprilia RS 660 Trofeo

La versione da pista della RS 660, realizzata direttamente dal reparto corse Aprilia Racing, si inserisce nel programma Factory Works del quale rappresenta la proposta più recente e accessibile.

Agile e leggera già nella versione stradale, la trasformazione Trofeo utilizza componentistica di altissimo livello e sfrutta al meglio il perfetto equilibrio di ciclistica, motore ed elettronica. Come la sorella stradale, si propone come riferimento della categoria perché rappresenta la proposta perfetta di bicilindrica sportiva, forte di un eccellente rapporto peso/potenza e del pacchetto elettronico leader nel segmento.

Partendo dalla già performante RS 660 di serie, le modifiche iniziano dall'impianto elettrico, semplificato con l'eliminazione di blocchetto chiave e ABS. L'impianto frenante viene semplificato con tubazioni indipendenti. La centralina ABS rimane comunque alloggiata sulla moto e connessa, per sfruttare le strategie del sistema elettronico integrato. La centralina viene riprogrammata in versione Race, con mappature (tutte "full power") sviluppate da Aprilia Racing e dedicate all'uso esclusivo in pista, oltre che accordate agli scarichi racing SC Project. Il cruscotto TFT a colori viene riprogrammato ed integrato da una pulsantiera sinistra dedicata.

Le sospensioni contano su una forcella anteriore con cartuccia interna "Misano by Andreani", con regolazione del freno idraulico in compressione, estensione e precarico. L'ammortizzatore posteriore Ohlins AP948 presenta regolazione idraulica del precarico molla e dei freni di compressione ed estensione. Gli pneumatici sono i performanti Pirelli Supercorsa V3 SC1.

La ciclistica è modificata, con una posizione di guida ribassata grazie alla piastra di sterzo superiore racing con semi manubri regolabili. Le pedane sono regolabili e scomponibili, per la ricerca dell'ergonomia ottimale ad ogni pilota. La carena è in fibra di vetro.

Gli interventi al motore hanno portato la potenza al livello di 105 cavalli, valore record per un bicilindrico fronte marcia, mentre il peso a secco scende a 153 kg. Vengono eliminati il sistema di aria secondaria ed il termostato, mentre vengono installate protezioni in alluminio per il coperchio frizione e generatore e un filtro aria specifico Sprint Filter.

Come sempre al fianco di Aprilia Racing in ogni suo progetto ci sono altri partner di alto livello come Castrol, Zanasi Group, Cruciata Racing, Jetprime, Spider Racing e Bike Lift.

Tutti i dettagli sono disponibili sul sito FACTORYWORKS.APRILIA.COM, attraverso il quale si può contattare direttamente Aprilia Racing per ordinare la RS 660 Trofeo.