maggio 03, 2021 - Aprilia Racing

GP SPAGNA: ANCORA UNA BELLA GARA PER ALEIX ESPARGARÓ, SESTO A JEREZ

LA APRILIA RS-GP, MAI COSÌ VICINA AL PRIMO, CONTINUA A CRESCERE E CHIUDE A CINQUE SECONDI

LORENZO SAVADORI, DICIANNOVESIMO, NON RIPETE IN GARA I PROGRESSI VISTI NEL WEEKEND

Con una bella gara e una condotta molto concreta, Aleix Espargaró ha portato la sua Aprilia RS-GP al sesto posto nel GP di Spagna a Jerez. Ma, soprattutto, ha continuato la sua scalata verso la vetta avendo finito a 5 secondi e un decimo dal primo. È il gap minore mai realizzato da Aprilia e arriva dopo quattro gare consecutive chiuse in top-ten con distacchi progressivamente ridotti.

Il piazzamento avrebbe potuto anche essere migliore se Aleix, dopo una bella partenza che lo aveva collocato solidamente tra i primi cinque, avesse potuto passare più velocemente Quartaro, più lento del gruppo alle sue spalle dopo il tentativo di fuga iniziale. Invece è rimasto coinvolto nella bagarre finendo dietro a Nakagami e Mir. È comunque il miglior risultato di Aprilia da quando esiste la MotoGP.

Nella parte finale della gara Aleix ha sofferto all’avambraccio destro. Si teme il riacutizzarsi di un problema da sindrome compartimentale, per la quale il pilota catalano aveva già subito una operazione chirurgica dieci anni fa. Domani parteciperà in forma ridotta ai test in programma a Jerez e volerà a Barcellona per effettuare esami al braccio.

Lorenzo Savadori, dopo aver messo in luce bei progressi nei giorni di preparazione alla gara, ha avuto difficoltà a ripetersi a causa di un errore del team nella valutazione delle gomme e ha dovuto accontentarsi del diciannovesimo posto.

ALEIX ESPARGARÓ
"Sono contento della solidità che stiamo dimostrando. Ho gestito bene la gara, con una buona partenza e mantenendo la posizione nella prima fase. Il ritmo è stato molto alto, non avevo tantissimo grip per cui ho dovuto modificare un po' il mio stile di guida andando a rialzare la moto e non sfruttando la straordinaria percorrenza della RS-GP. Ero nel gruppo davanti fino al momento di sorpassare Fabio. Ci ho messo più del previsto e questo mi ha fatto perdere un paio di secondi che poi si sono dimostrati decisivi. Poco male, continuiamo a raccogliere punti e il nostro distacco non è mai stato così costantemente ridotto. Ho avuto anche qualche problema all'avambraccio destro sul finale, andrà verificato e gestito nella maniera migliore possibile".

LORENZO SAVADORI
"Un peccato il risultato finale, perchè avevamo il ritmo e il potenziale per lottare nella zona punti. Purtroppo dopo una buona partenza ho avuto dei problemi con la pressione della gomma anteriore che mi hanno obbligato a rallentare, poi sul finale le cose si sono stabilizzate ma ormai era troppo tardi per recuperare. Mi dispiace, un risultato discreto era alla nostra portata ma anche gare come quella di oggi sono importanti per capire di più le dinamiche della MotoGP".