marzo 08, 2021 - Piaggio

NUOVO PIAGGIO BEVERLY

LO SCOOTER CHE HA SCRITTO LA STORIA DELLA MOBILITÀ URBANA SI RINNOVA TOTALMENTE MANTENENDO INTATTO IL FASCINO CHE L’HA RESO UNO DEI PRODOTTI PIÙ SCELTI E AMMIRATI

PIÙ POTENTE SENZA PERDERE IN AGILITÀ, BEVERLY DIVENTA UN GRINTOSO CROSSOVER CAPACE DI UNIRE LA DINAMICITÀ DI UN RUOTA ALTA CON PRESTAZIONI DA GRANDE GT

NUOVA CICLISTICA DI STAMPO MOTOCICLISTICO, ABBINATA AI NUOVI MOTORI PIAGGIO HPE EURO 5 NELLE CILINDRATE 300 E 400 CC

NUOVA TECNOLOGIA: SISTEMA KEYLESS, STRUMENTAZIONE DIGITALE, FANALERIA FULL LED E CONNETTIVITÀ EVOLUTA

HIGHLIGHTS

Piaggio Beverly

  • Nuovo design sportivo
  • Nuovi motori 300 hpe e 400 hpe
  • Nuove sospensioni anteriori e posteriori
  • Fanaleria full LED
  • Strumentazione digitale LCD multifunzione
  • Sistema keyless
  • Sistema di connettività Piaggio MIA evoluto, standard sulla versione 400 hpe
  • Nuovi cerchi ruota
  • Nuova sella
  • Nuovi comandi al manubrio


Lanciato nel 2001, Piaggio Beverly ha rivoluzionato il mercato degli scooter di media cilindrata, introducendo un veicolo dal design accattivante, dalle prestazioni brillanti e sicurissimo non solo per le ruote di grande diametro, ma anche grazie a ciclistiche di stampo motociclistico. Il successo commerciale di Beverly è sempre stato accompagnato da costanti aggiornamenti che lo hanno mantenuto in vetta alle classifiche di vendita e dei desideri degli utenti metropolitani più evoluti.

A vent’anni dalla prima generazione, Piaggio Beverly si rinnova completamente indossando un abito ancora più moderno e contemporaneo, mantenendo però intatte le sue caratteristiche distintive, perfetta sintesi tra uno scooter ruota alta sportivo e un lussuoso GT e che lo rendono un mezzo estremamente versatile. Il nuovo Piaggio Beverly si propone perciò come lo scooter ideale per ogni utilizzo, dal commuting urbano - dove emergono agilità e maneggevolezza - fino al turismo extraurbano a medio e a lungo raggio, anche con passeggero, situazione nella quale mette in mostra stabilità, potenza e comodità a bordo al massimo livello.

Il nuovo design segue le tendenze del mondo automobilistico e pone l’accento sulla sportività: il frontale è stato totalmente ridisegnato, mentre nella vista laterale le forme morbide e sinuose che da sempre caratterizzano Beverly lasciano spazio a linee più tese e muscolose che corrono verso un posteriore più filante e proteso verso l’alto.

Sul nuovo Piaggio Beverly debuttano due nuove potenti motorizzazioni Euro 5 della famiglia hpe - High Performance Engine - di 300 e 400 cc, capaci di erogare rispettivamente 19 e 26 kW. Propulsori modernissimi abbinati a una ciclistica estremamente efficace e ulteriormente evoluta nel comparto sospensioni, garanzia di performance, doti dinamiche e piacere di guida ai massimi livelli.

Piaggio Beverly si evolve anche sul fronte della tecnologia, introducendo il sistema keyless, che consente di avviare il veicolo tenendo comodamente in tasca il telecomando.

Piaggio Beverly è disponibile in due allestimenti: Beverly, con finiture ricercate ed eleganti, e Beverly S, caratterizzato da un’impronta ancora più sportiva.

Nuovo look di ispirazione motociclistica

L’ammiraglia della gamma a ruota alta Piaggio si rinnova profondamente nello stile presentando una differente proporzione dei volumi. Il frontale, dove spicca uno scudo ridisegnato, risulta più imponente e protettivo, mentre nella vista laterale le forme morbide e sinuose che da sempre caratterizzano Beverly lasciano spazio a linee tese e muscolose che corrono verso un posteriore più filante e proteso verso l’alto. Scelte stilistiche che donano al nuovo Beverly una sportività più accentuata, senza però scalfirne l’inconfondibile eleganza e personalità.

Al centro dello scudo spicca il nuovo elemento verticale, caratterizzato da una feritoia a “V” con griglia tridimensionale a nido d’ape. È l’interpretazione in chiave moderna della caratteristica “cravatta” Piaggio, ulteriore dettaglio che dona un look maggiormente sportivo.

Al centro del manubrio, anch’esso ridisegnato, campeggia il nuovo proiettore anteriore a LED, che incrementa sensibilmente la visibilità, a tutto vantaggio della sicurezza attiva. A LED sono anche gli indicatori di direzione e le luci di posizione: posizionate ai lati dello scudo ne ricalcano i bordi, creando così una “firma” luminosa che rende il nuovo Beverly immediatamente riconoscibile anche di giorno.

Il manubrio è stato oggetto di sostanziali miglioramenti anche sotto il profilo della funzionalità: il “ponte di comando” accoglie al centro una nuovissima strumentazione LCD completamente digitale da 5,5”, ai lati della quale sono posizionati i nuovi comandi al manubrio. Totalmente ridisegnati nell’ergonomia adottando una logica di ispirazione motociclistica, consentono di gestire le funzionalità del veicolo in maniera più comoda e intuitiva e sono caratterizzati da una finitura nero lucido.

Al centro della pedana il caratteristico tunnel centrale di Beverly è raccordato ai fianchetti sottosella senza soluzione di continuità e con linee decise, rendendo l’immagine del veicolo dinamica e compatta allo stesso tempo. Proseguendo verso la zona posteriore il codone termina con un originale profilo a estrattore - un evidente riferimento al mondo automobilistico - che emerge al centro del gruppo ottico posteriore a LED. Quest’ultimo è movimentato da due grintose feritoie, anch’esse con griglia tridimensionale a nido d’ape.

L’inedito portatarga di derivazione motociclistica, posizionato sulla ruota, contribuisce a rendere il posteriore del nuovo Beverly estremamente snello e pulito, offrendo una netta sensazione di leggerezza e dinamicità.

Sono nuovi anche i cerchi, con un inedito disegno sportivo a sette razze sdoppiate, e la sella riccamente rifinita con doppio rivestimento e doppie cuciture: caratterizzata dalla seduta su due livelli separati per conducente e passeggero, da sempre un elemento distintivo di questo modello, è stata ulteriormente migliorata nell’ergonomia, assicurando un facile appoggio a terra e un altissimo livello di comfort.

Il vano sottosella, dotato di una luce di cortesia, mantiene un’ottima capacità di carico, essendo in grado di contenere due caschi jet. Un risultato ottenuto grazie al posizionamento del serbatoio del carburante al centro della pedana, altra peculiarità di Beverly sin dalla sua nascita che comporta altri vantaggi quali la possibilità di effettuare il rifornimento senza scendere dalla sella ed eccellenti doti di guidabilità, per via di una migliore centralizzazione delle masse.

La capacità di carico è completata dal comodo portapacchi, che integra le maniglie per il passeggero, dal portaoggetti integrato nel controscudo, all’interno del quale trova posto una presa USB per la ricarica dei dispositivi mobili, e dal funzionale gancio portaborse a scomparsa. La versione 400 hpe si distingue anche per il cupolino di serie, che ne enfatizza l’attitudine al turismo extraurbano.

Equipaggiamento da primo della classe

L’equipaggiamento tecnologico del nuovo Piaggio Beverly non teme confronti: la nuova strumentazione con display LCD, al centro del quale sono ben visibili tachimetro digitale e scala del contagiri, consente di visualizzare odometro totale e parziale, temperatura dell’aria, orologio digitale, indicatori del livello carburante e della temperatura del liquido di raffreddamento, icona pericolo ghiaccio, icona cavalletto laterale abbassato, icona “service”, oltre a una ricca serie di informazioni di viaggio, selezionabili attraverso il pulsante MODE sul blocchetto comandi destro: velocità massima, velocità media, consumo istantaneo, consumo medio, autonomia e stato di carica della batteria. La dotazione di spie tiene invece sotto controllo tutte le funzioni quali “check iniezione”, riserva carburante, pressione olio, attivazione ABS e immobilizer.

Sul nuovo Beverly esordisce inoltre il sistema keyless, che consente di azionare l’accensione senza dover inserire la tradizionale chiave, rendendo così più agevoli tutte le operazioni quali l’avviamento, l’apertura della sella e dello sportello carburante e l’inserimento del bloccasterzo, che possono essere fatte tenendo comodamente il telecomando in tasca. Sul controscudo il classico commutatore di accensione con serratura è sostituito da una pratica manopola: per avviare il veicolo è sufficiente premerla (attivando così il consenso all’avviamento, segnalato dall’accensione del logo Piaggio ben visibile sulla cornice della strumentazione) e portarla in posizione ON. L’accensione del motore avviene come di consueto tramite il pulsante posizionato sul blocchetto comandi destro.

Non può infine mancare il sistema di connettività PIAGGIO MIA, proposto di serie sulla versione 400 hpe, che permette di collegare tramite Bluetooth lo smartphone al sistema elettronico di bordo di Piaggio Beverly, offrendo esclusive funzionalità per un’esperienza di guida ancora più appagante e divertente.

PIAGGIO MIA e la nuova App Piaggio sono pensati espressamente per collegare i dispositivi mobili iOS o Android al nuovo Piaggio Beverly, sfruttando le potenzialità offerte dalla nuova strumentazione digitale. Un contenuto che rappresenta una novità assoluta nel segmento degli scooter medi a ruota alta, sottolineando ulteriormente l’equipaggiamento tecnologico che può vantare il nuovo Beverly.

Una volta collegato il proprio smartphone a Piaggio Beverly - associandolo al veicolo tramite la App Piaggio dedicata, scaricabile su App Store o Google Play - sulla strumentazione vengono visualizzate tutte le notifiche relative alle chiamate in entrata e ai messaggi. Il sistema permette di gestire le telefonate attraverso l’apposito pulsante per la connettività sul blocchetto comandi destro e di sfruttare i comandi vocali dello smartphone per effettuare chiamate o riprodurre musica, attivando una playlist. Per godere appieno di tutte queste funzionalità, Piaggio Beverly propone come accessorio uno speciale casco Jet dedicato che integra al proprio interno auricolari e interfono Bluetooth.

Oltre alle funzioni di gestione chiamate e musica, che sfruttano la strumentazione digitale del veicolo, la piattaforma multimediale PIAGGIO MIA consente di visualizzare sullo smartphone, tramite l’App dedicata, un’ulteriore ed eccezionalmente ricca serie di informazioni sul tragitto fatto e sullo stato di funzionamento del mezzo, oltre a un comodo sistema di salvataggio della posizione allo spegnimento del quadro che agevola il ritrovamento dello scooter nelle aree più caotiche delle città. L’applicazione è anche in grado di indicare i giri motore, la potenza e coppia erogate istantaneamente, il consumo istantaneo e medio, il voltaggio della batteria e una valutazione dello stile di guida. Tutti i dati sono registrati dalla App e possono essere consultati direttamente sullo smartphone tramite statistiche riassuntive per ogni viaggio e intuitive infografiche. L’App permette infine di attivare comodamente dallo smartphone le funzioni find me e follow me, che attivano rispettivamente il lampeggio degli indicatori di direzione e il clacson per individuare facilmente il proprio veicolo anche nei parcheggi più affollati e le luci anabbaglianti.

Motori: la famiglia hpe al completo

Il nuovo Piaggio Beverly è equipaggiato con due nuovissime motorizzazioni Euro 5 della famiglia hpe - High Performance Engine -, nelle versioni da 300 e 400 cc. Entrambe le unità, dei monocilindrici 4 tempi, 4 valvole, con raffreddamento a liquido e iniezione elettronica, sono frutto dell’esperienza del centro ricerca e sviluppo del Gruppo Piaggio, i cui interventi sono stati mirati a ottenere maggiori prestazioni e una migliore guidabilità, riducendo il consumo di carburante e la rumorosità.

Motore 300 hpe

Dopo aver esordito equipaggiando Vespa GTS e Piaggio MP3, la motorizzazione 300 hpe arriva anche sul nuovo Piaggio Beverly, facendogli compiere un significativo passo in avanti in termini prestazionali e sul fronte della guidabilità. La potenza massima raggiunge infatti i 19 kW (25,8 CV) a 8000 giri che si traduce in un incremento, rispetto alla precedente versione di pari cilindrata, pari al 23%, mentre la coppia massima, 26 Nm a 6250 giri, è cresciuta del 16%.

Sin dal suo esordio, il 300 hpe adotta una testata con componenti interni totalmente riprogettati: condotti rivisti nella geometria e nel diametro, maggiorato, così come le valvole di aspirazione e di scarico, il cui diametro è stato incrementato di 3 mm. L’adozione di un pistone rivisto nell’architettura, in particolare nella forma del cielo, ha così portato ad ottenere una camera di combustione ad alta efficienza.

Il sistema di distribuzione monoalbero a camme in testa sfrutta bilancieri con punterie a rullo in luogo dei pattini a strisciamento, a tutto vantaggio della scorrevolezza e della durabilità e della riduzione delle perdite meccaniche. Il profilo dell’asse a camme adotta leggi di alzata valvole più spinte ma al contempo capaci di ridurre la rumorosità generata dalla distribuzione: nello specifico, un tempo di alzata valvole superiore garantisce un miglior riempimento della camera di scoppio, che si traduce in una maggiore efficienza. Anche le molle valvola sono state adeguate di conseguenza nel carico e nelle dimensioni.

A migliorare la combustione contribuisce anche un iniettore multigetto ad alta pressione. Una più generosa linea di aspirazione, dotata di un condotto dalla lunghezza ottimizzata, migliora la coppia erogata ai bassi regimi e garantisce un’eccezionale fluidità di marcia a ogni andatura. La candela di accensione all’iridio assicura infine una maggiore durata a parità di condizioni d’uso.

Il motore è controllato da una centralina di ultima generazione Magneti Marelli MIUG4: dotata di una maggiore capacità di calcolo, contribuisce a migliorare l’efficienza generale del propulsore e permette inoltre di avviarlo in maniera praticamente istantanea, dopo appena due giri dell’albero motore.

Motore 400 hpe

Accreditato di una potenza massima di 26 kW (35,4 CV) a 7500 giri e di una coppia massima di 37,7 Nm a 5500 giri, il motore 400 hpe debutta sul nuovo Beverly e nasce sulla base della precedente unità di 350 cc, che va a sostituire. La sostanziale differenza non sta tuttavia nel semplice aumento di cubatura: pur partendo da un propulsore già estremamente efficiente, i tecnici Piaggio si sono concentrati su molteplici aspetti con l’obiettivo di migliorare ulteriormente il rendimento meccanico e termodinamico e ridurre vibrazioni e rumorosità.

L’adozione di una biella più lunga e ottimizzata nel peso, oltre a un pistone anch’esso alleggerito e stampato in lega di alluminio - soluzione non comune, solitamente dedicata ad applicazioni motociclistiche di alto livello - ha contribuito a ridurre le forze alterne di inerzia, con conseguenti minori vibrazioni trasmesse al veicolo. Tutto ciò si traduce in un maggior comfort generale e in particolar modo a velocità di crociera, aspetto che sottolinea l’attitudine del Beverly 400 hpe al turismo extraurbano.

Sul 400 hpe, che mantiene le eccezionali caratteristiche di leggerezza e compattezza del 350 (peso e ingombri rimangono sostanzialmente i medesimi), debutta inoltre un innovativo sistema brevettato da Piaggio, denominato PCV - Positive Crankcase Ventilation: composto da due lamelle integrate nel carter motore, è mirato a ridurre le perdite di pompaggio, favorendo così un incremento della potenza.

L’erogazione del motore, sia in termini di potenza che di coppia, beneficia di una nuova linea di aspirazione specifica e di leggi di alzata valvole ottimizzate. Un nuovo tendicatena di tipo progressivo contribuisce invece a una maggiore silenziosità di funzionamento della distribuzione.

L’efficienza globale beneficia di svariati interventi in varie aree: tra questi, l’ottimizzazione della geometria della camera di combustione tramite calcoli CFD, un nuovo iniettore ad alta pressione che nebulizza maggiormente il carburante, l’utilizzo di un olio motore meno viscoso (5W-40).

Il motore 400 hpe è immediatamente riconoscibile dall’esterno grazie a una nuova marmitta dedicata con un grintoso doppio terminale, soluzione di chiara ispirazione motociclistica.

Rivista anche la trasmissione, con la cover del variatore automatico di velocità CVT che presenta una nuova conformazione studiata per migliorare il raffreddamento della cinghia, a cui contribuisce anche una ventola dal diametro maggiorato.

Come il 300 hpe, anche il 400 hpe adotta una candela di accensione all’iridio ed è controllato dalla potente centralina Magneti Marelli MIUG4.

Una ciclistica ancora più raffinata

Propulsori brillanti e una ciclistica originale ed estremamente efficace sono stati sin dall’esordio gli ingredienti che maggiormente hanno contribuito al successo del più amato tra gli scooter a ruota alta. Una dotazione tecnica di assoluto riferimento che sul nuovo Beverly si evolve ulteriormente, grazie a un comparto sospensioni totalmente rinnovato.

Il telaio a doppia culla in tubi di acciaio ad alta resistenza e lamiera stampata è ora abbinato all’anteriore a una nuova forcella Showa con steli da 35 mm di diametro, mentre al posteriore lavora una nuova coppia di ammortizzatori Showa a doppio effetto e molla elicoidale con precarico regolabile su 5 posizioni appositamente sviluppati per questo modello, che garantiscono un ottimale assorbimento delle imperfezioni del manto stradale, assicurando al contempo un assetto neutro e preciso del mezzo.

Grazie a questa struttura portante di natura motociclistica e alle grandi ruote con cerchi in lega leggera (16” all’anteriore e 14” al posteriore) il nuovo Beverly assicura un comfort di marcia e una tenuta di strada da moto, mantenendo grande agilità e maneggevolezza. La versione equipaggiata con il motore 400 hpe adotta inoltre pneumatici più larghi (120/70 anziché 110/70 all’anteriore e 150/70 anziché 140/70 al posteriore), che assicurano una migliore stabilità a velocità sostenute.

Alla sicurezza attiva ci pensano il controllo di trazione ASR e il potente impianto frenante, dotato di serie di sistema antibloccaggio ABS a 2 canali. All’anteriore spicca il grande disco semi flottante da ben 300 mm, il più grande della categoria, con pinza flottante a doppio pistoncino e pompa da 12,7 mm, caratteristiche che si traducono in una frenata potente e modulabile. Al posteriore lavora invece un disco da 240 mm.

Allestimenti e colori

Nel nuovo Piaggio Beverly coesistono due anime ben distinte: quella più elegante e ricercata da un lato, rappresentata da Beverly, e quella più grintosa e sportiva dall’altro, che si manifesta in Beverly S.

Piaggio Beverly

Piaggio Beverly offre una gamma di colori eleganti e lucidi, quali Bianco Luna e le due inedite tinte metallizzate Blu Oxygen e Grigio Cloud. Tali colorazioni sono abbinate a finiture dalle gradazioni metalliche chiare, calde e avvolgenti, alla sella color testa di moro con doppia cucitura tono su tono e a cerchi ruota color grigio chiaro.

Piaggio Beverly S

Piaggio Beverly S si distingue innanzitutto per le sportive finiture opache in grigio grafite. Le varianti cromatiche dedicate sono tre: Argento Cometa e Nero Tempesta, opache, e l’originale e futuristica tinta lucida Arancio Sunset. La versione S è dotata di una nuova sella di colore nero in due materiali con doppia cucitura a contrasto e di cerchi grigio scuro.

Accessori

Per tutta la nuova gamma Piaggio Beverly è disponibile una serie di accessori in grado di elevare il comfort e la versatilità nell’uso quotidiano.

Il bauletto 36 litri, verniciato in tinta con il veicolo e dotato di schienalino comfort incorporato realizzato nello stesso colore e materiale della sella, può contenere un casco integrale o un casco full jet con visiera.

Il bauletto 52 litri estende al massimo la capacità di carico consentendo di ospitare un casco integrale/modulare o due caschi full jet. Acquistabili separatamente la cover verniciata in tinta con il veicolo e lo schienale realizzato nello stesso colore e materiale della sella.

Sul nuovo Piaggio Beverly debutta il pratico bauletto keyless, la cui apertura e chiusura è gestibile tenendo comodamente in tasca il telecomando. Disponibile nella versione 52 litri, capace di ospitare un casco modulare o due caschi demi-jet.

Parabrezza Top e Urban: realizzato in metacrilato antiurto e antischeggia, garantisce la migliore protezione dagli agenti atmosferici. Grande cura è riservata anche all’estetica, con design e finiture che si integrano perfettamente con il veicolo.

Cupolino: il più ridotto cupolino (di serie su versione 400 hpe) offre un riparo dall’aria sottolineando nel contempo la grinta e il carattere sportivo del nuovo Beverly. Disponibile anche in versione fumè.

Per garantire il massimo comfort anche durante la stagione fredda, sono stati studiati appositi accessori riscaldabili:

Sella riscaldata Comfort+: sella con modulo riscaldabile integrato nella seduta del guidatore, regolabile su tre livelli di intensità.

Telo coprigambe Comfort+: telo «hi-end» per massimizzare il comfort di guida in tutte le stagioni. Disegnato sulle forme del veicolo, water resistant, modulare e facilmente scomponibile, è rivestito in TPU e presenta l’innovativo sistema antisventolio a piastre di irrigidimento.

Manopole riscaldate: aumentano il comfort di guida durante la stagione fredda. Impostabili su quattro differenti livelli di temperatura.

Modulo gestione accessori riscaldabili: il modulo consente il collegamento simultaneo di tutti e tre gli accessori riscaldabili (sella, telo coprigambe e manopole), potendone così gestire il funzionamento, inclusa la regolazione dell’intensità del calore, direttamente dai comandi sul manubrio grazie al sistema Piaggio MIA (opzionale, di serie su versione 400 hpe).

Altri accessori sono stati pensati espressamente per esaltare il lato sportivo del nuovo Piaggio Beverly:

Scarico Beverly 300 hpe: terminale di scarico dal design sportivo in acciaio e carbonio, pensato espressamente per la versione equipaggiata con il motore 300 hpe.

Scarico Sport Beverly 400 hpe: realizzato da Akrapovic per Piaggio, questo terminale di scarico in acciaio e carbonio dal design ispirato alle competizioni dona un ulteriore tocco di grinta alla versione più potente della nuova gamma Beverly.

Paramani Sport: i paramani sportivi garantiscono una maggiore sicurezza aggiungendo un tocco di sportività al manubrio.

Tappetino Sport: tappetino poggiapiedi con funzione antiscivolo aggiuntiva caratterizzato da un nuovo design sportivo.

Antifurto meccanico sella-manubrio: pratico e sicuro, blocca la rotazione del manubrio con un sistema di ancoraggio alla scocca del veicolo in prossimità della sella.

Completano la gamma di accessori le protezioni termiche e impermeabili per le mani, il sistema di antifurto elettronico, il sistema Piaggio MIA (di serie su versione 400 hpe) e il telo copriveicolo da esterno.